Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di shopping. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante, presente all’interno del sito web, acconsenti all’uso dei cookies.
Che versione del sito vuoi visitare?
Versione Italiana English Version

Nel 1928 Luisa introdusse per prima l’utilizzo del filato d’angora per produrre capi di maglieria. Dal pelo di una particolare razza di conigli, di cui avviò l’allevamento nel parco della sua villa a Perugia ottenne un filato sottile ed omogeneo con il quale iniziò la produzione di manufatti raffinati ed eleganti conseguendo un grande successo nel campo della moda di quel tempo e determinando lo sviluppo di una fiorente attività e la creazione di un centinaio di posti di lavoro.

Fino ad allora, l'allevamento del coniglio d'angora non aveva molto interessato gli allevamenti italiani. Nel nostro paese era in vendita del filato di provenienza estera che, lavorato ai ferri, forniva indumenti grossi e scarsamente considerati.

Luisa Spagnoli Mario Spagnoli Lino Spagnoli Nicoletta Spagnoli